Assicurazioni autocarri: si può risparmiare?



autocarro

L’assicurazione, che si tratti di una semplice auto o di un autocarro, è indispensabile oltre che obbligatoria per legge. Dal momento che la possibilità di eliminarla dal bilancio familiare o aziendale non c’è, è opportuno cercare delle soluzioni che permettano di risparmiare. Anche per le assicurazioni per autocarri è possibile puntare al risparmio, tenendo presenti alcuni elementi preziosi.

Per prima cosa è necessario sapere che secondo l’art. 54 del Codice della Strada, l’autocarro è un veicolo destinato al trasporto di cose e delle persone addette all’uso o al trasporto delle cose stesse. In questa definizione rientrano anche alcune tipologie di auto come i Suv e le Jeep, esclusivamente se sono immatricolati come autocarri.

La differenza fondamentale che c’è tra l’assicurazione per questo tipo di mezzo e quella dell’auto è che nel primo caso si deve tener conto della portata del mezzo anziché della sua cilindrata. Precisamente, a una portata minore corrisponde un costo minore dellassicurazione. È in base a questa formula che si opta per la soluzione ideale per le esigenze dell’autocarro e del guidatore.

E il risparmio?

Il risparmio oltre alla sicurezza è l’elemento a cui si punta di più. Un dettaglio da non sottovalutare in questa senso è l’introduzione di una franchigia sulla polizza da 500 o da 1.000 euro. I vantaggi sono almeno due: abbassamento del premio annuo e l’eliminazione del malus in caso di sinistri.

Due fattori che invece non hanno peso sul premio annuo sono la potenza e l’età del mezzo. In questo caso, quindi, è possibile acquistare un autocarro potente e nuovo senza doversi preoccupare del costo della polizza, come invece avviene per le auto.

Altro dato a cui far attenzione è l’uso dell’autocarro che va specificato al momento dell’immatricolazione. Precisamente, se si tratta di un mezzo a uso speciale il premio annuo può ridursi di una percentuale che va dal 20 al 40%. Si tratta però di un dato variabile considerato che ogni compagnia assicurativa ha la propria politica e un listino prezzi.

Gli autocarri con più di 20 anni

Se il mezzo è un autocarro con più di 20 anni, si può parlare di tre diverse categorie.

autocarro d’interesse storico. Se sono trascorsi oltre 20 anni dalla data di immatricolazione

autocarro storico. Se sono trascorsi oltre 30 anni dalla data di immatricolazione

autocarro d’epoca. Se sono trascorsi oltre 35 anni dalla data di immatricolazione

In questi casi è possibile usufruire di alcune agevolazioni come la conduzione dell’autocarro tutto l’anno compresi i giorni di blocco parziale del traffico, la possibilità di avere una polizza incendio a primo rischio, assistenza stradale, infortuni al conducente e tutela legale già incluse nel costo e la possibilità di usufruire della carta verde oltre che quella di cumulare più veicoli nella stessa polizza, con l’unica clausola che siano intestati alla stessa persona o a un soggetto appartenente allo stesso nucleo familiare.


VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Assicurazioni autocarri: si può risparmiare?, 10.0 out of 10 based on 1 rating