Conti.eContact: le gomme silenziose di Continental



Conti.eContact: gomme Continental

Le auto ibride stanno avendo negli ultimi anni una rapidissima e sempre maggiore diffusione. Basti pensare che in Italia le vendite del 2013 sono raddoppiate rispetto all’anno precedente, arrivando a circa 15 mila unità.

Seguendo il trend, Continental ha da poco lanciato la produzione delle nuove Conti.eContact. Si tratta di un nuovo modello di pneumatico, nato come evoluzione del vecchio modello per veicoli elettrici lanciato nel 2011, progettato questa volta per soddisfare le necessità dei veicoli ibridi. Questi ultimi, come quelli elettrici, rispetto a quelli tradizionali garantiscono, non solo bassi consumi, ma anche rispetto per l’ambiente e silienzosità. La sfida per Continental è stata quindi quella di riassumere queste 3 caratteristiche anche nello pneumatico pernsato per queste auto, senza però andare ad incidere sul livello delle prestazioni. Il prodotto finale è stato infatti il primo per Continental ad ottenere la classe A sulla EU tire label (la tabella Europea che regolamenta gli standard per le caratteristiche degli pneumatici) per aderenza sul bagnato e resistenza al rotolamento.

Per poter raggiungere simili prestazioni, senza andare a compromettere le performance, sono state sfruttate le migliori tecnologie, frutto di un’intensa attività di ricerca e sviluppo. Innanzitutto per garantire una bassa resistenza al rotolamento (e di conseguenza minori consumi) sono state utilizzate “Green Chili” e “AeroFlex Technology”. Senza entrare eccessivamente in particolari tecnici, la prima è un particolare composto capace di abbassare notevolmente le frizioni interne causate dalla gomma, garantendo al tempo stesso un’ottima guidabilità del veicolo. La seconda tecnologia invece, riguarda la struttura del fianco della gomma, che ne migliora l’aerodinamicità durante il moto, diminuendo la resistenza al rotolamento. Per quanto riguarda poi la silenziosità, è stata utilizzata la “ContiSilent technology”. È stato applicato uno strato di poliuretano espanso sulla parte interna del battistrada, allo scopo di inibire la propagazione sonora causata dalle vibrazioni tra manto stradale e gomma. Infine, per quel che riguarda l’aderenza sul bagnato, è stata studiata una particolare struttura per le scanalature della gomma, in grado di assicurare un’ottima tenuta di strada sul bagnato e, al tempo stesso, garantire una bassa rumorosità.

Essendo un nuovo prodotto, per adesso la produzione è limitata ad alcuni modelli, come la Opel Ampera, BMW 5 Active Hybrid, Lexus LS 600h e Porsche Cayenne S ibrida, ma sarà ragionevolmente presto diffusa anche ad altri modelli a motore ibrido. Il modello precedente, pensato per le auto elettriche, è oramai ampiamente diffuso presso i rivenditori sul posto, così come online (tirendo.it per citarne uno).

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

condividi widget

Be Sociable, Share!