PNEUMATICI ESTIVI

Consigli utili per scegliere le gomme estive per l'auto.


Pneumatici e goome per auto Gli pneumatici sono l'unico punto di contatto della vostra auto con l'asfalto e quindi contribuiscono in modo determinante alla sicurezza su strada, in ogni condizione di marcia. Essi devono essere sempre sottoposti a controlli frequenti (ad. esempio il controllo della pressione) e sostituiti quando necessario, ovvero ben prima di quanto previsto dal Codice Stradale. Le gomme per auto si differenziano principalmente in base alle caratteristiche tecniche: misure, indice di carico, codice di velocità ecc. Esistono pneumatici adatti a ogni tipo di auto, dalla citycar alla super sportiva, compresi i fuoristrada. Negli ultimi anni sono stati introdotti sul mercato nuovi tipi di pneumatici, ad esempio quelli a bassa resistenza al rotolamento che contribuiscono a contenere i consumi o le nuove gomme "Run Flat", le quali permettono di continuare la marcia (senza superare gli 80 Km/h) per alcune decine di chilometri senza afflosciarsi.

Va precisato che tutti gli pneumatici estivi tendono a diventare rigidi quando la temperatura esterna scende sotto i 7°C non garantendo più la massima aderenza all'asfalto e tenuta di strada. Quindi è bene prevederne la sostituzione con pneumatici termici invernali durante i mesi più freddi. Pneumatici Invernali >>>


Quanto durano le gomme per auto

La vita di uno pneumatico per auto varia sensibilmente in base a diversi fattori, tra questi lo stile di guida del conducente è quello che incide maggiormente. Brusche accelerazioni ai semafori o curve affrontate a forte velocità possono provocare un consumo eccessivo del battistrada fino a raggiungere in breve tempo il limite di legge. Inoltre può bastare una brusca frenata o un urto laterale contro un marciapiede per danneggiare in modo serio lo pneumatico. Un fattore di cui molti automobilisti non tengono conto è l'anno di costruzione delle gomme, infatti bisogna considerare che uno pneumatico si deteriora anche se si percorrono pochi chilometri ogni anno ed quindi è consigliabile effettuare comunque la sostituzione ogni 10 anni circa.


Quando sostituire gli pneumatici estivi

Il Codice della Strada prevede che le gomme dell'auto, estive o invernali, siano assolutamente da sostituire quando lo spessore del battistrada è inferiore a 1.6 mm. Per quanto riguarda gli pneumatici estivi però, i costruttori ne consigliano la sostituzione quando lo spessore è inferiore ai 3 mm, infatti sotto tale soglia le prestazioni in frenata e la tenuta di strada su asfalto bagnato iniziano a peggiorare e si può incorrere nel pericolo dell'acquaplaning, ovvero quando le gomme non riescono più a far defluire l'acqua e perdono aderenza facendo diventare l'auto incontrollabile. Nell'eventualità di una manovra d'emergenza ciò può costare veramente caro e provocare un incidente.


Quanto costano e dove comprare le gomme nuove

I costruttori di pneumatici offrono una vasta scelta di gomme estive, suddivise per misure e prezzi, proponendo modelli adatti anche per veicoli ad alte prestazioni oppure suv e fuoristrada. La spesa per l'acquisto di un treno di gomme nuove varia sensibilmente in base al tipo di veicolo e in base al modello di pneumatico scelto, si parte da circa 40 euro a pneumatico per arrivare fino a diverse centinaia di euro per i modelli più prestazionali e quindi anche più costosi. E' possibile acquistare le gomme nuove direttamente dal proprio gommista di fiducia, il quale controllerà l'esatta misura e ne effettuerà il montaggio con equilibratura, oppure sfruttare le offerte a prezzi scontati praticate nei centri commerciali o su internet. In questi ultimi casi, per valutare l'offerta in modo corretto, è necessario aggiungere al prezzo di vendita degli pneumatici il relativo costo per il successivo montaggio.


Come leggere la nuova etichetta degli pneumatici

Dal 1 novembre 2012 tutte le gomme per auto in commercio dovranno essere identificate da una nuova etichetta che consentirà di classificarle in base al rendimento energetico e di valutarne meglio le qualità tecniche. I paramentri indicati sullo speciale adesivo sono tre: la resistenza al rotolamento, gli spazi di frenata sul bagnato e la rumorosità esterna. I dati riportati dall'etichetta sono il risultato dei test effettuati sui vari modelli di pneumatici da ciascun costruttore rispettando specifiche precise e stabilite a livello europeo. Per quanto riguarda i primi due parametri (resistenza al rotolamento e frenata sul bagnato) la classificazione indicata è identificata con le lettere dell'alfabeto dalla A (voto ottimo) alla G (voto pessimo); più alta sarà la votazione migliore sarà la qualità del pneumatico. Invece per quanto riguarda il terzo parametro indicato sull'etichetta, il livello di rumososità esterna delle gomme durante il rotolamento, viene riportato il valore dei decibel rilevati in fase di test misurando la rumorosità di un'auto che viaggia a 80 km/h con motore spento; più basso è il valore indicato minore sarà la rumorosità durante il normale utilizzo.


Suv e Auto Crossover, nuovi modelli