AUTO A METANO, NUOVE O USATE

Vantaggi e svantaggi delle auto con impianto a Metano.


Il gas naturale è un vettore energetico fossile e si trova nel sottosuolo, di solito associato al petrolio. E' costituito in gran parte da metano e da piccole quantitą di etano, propano, butano, pentano ed elio. Per questo motivo è comunemente chiamato metano. Più leggero dell'aria, il metano viene estratto dai giacimenti e successivamente trasportato attraverso gasdotti fino ai luoghi di distribuzione senza subire raffinazioni. Il metano non è velenoso ed è inodore, infatti, per renderlo percepibile all'olfatto umano per motivi di sicurezza viene aggiunto un odore artificiale.

Il gas naturale utilizzato nelle auto con impianto a metano è sempre gaseiforme. I segmenti di mercato ai quali è indirizzata la produzione delle case automobilistiche sono:

- Le auto alimentate solo a metano (blue-power) e con doppia alimentazione metano - benzina (bi-fuel).
- I furgoncini e i piccoli autocarri con doppia alimentazione benzina e metano.
- Gli autobus e i veicoli pesanti con alimentazione unicamente a metano.


Motore con alimentazione a metano

Il motore montato sulle attuali auto assicura, anche nel caso di alimentazione a metano, una combustione ottimale e raggiunge buone prestazioni, bassi consumi, ridottissime emissioni, assenza quasi completa di residui carboniosi all'interno del motore e ridotta rumorosità.


Quali auto si possono trasformare a Metano?

Si possono equipaggiare con un impianto a Metano tutte le auto a benzina nuove o usate; l'operazione può essere effettuata solo presso officine autorizzate e richiede circa due/tre giorni. I costi d'istallazione variano in base al tipo di alimentazione della vettura, dal tipo di impianto adottato (a miscelatore o a iniezione multipoint) e per il tipo e il numero dei serbatoi scelti. La fascia di prezzo varia da circa 1.000 euro per le vecchie auto a carburatore fino a oltre 2.000 euro per le vetture dotate di marmitta catalitica.


Serbatoio del gas nelle auto a Metano

I serbatoi per il gas naturale installati nelle auto a Metano sono decisamente più robusti dei serbatoi per carburanti liquidi (benzina, diesel o Gpl). La sicurezza è ulteriormente aumentata dalle valvole dotate di chiusura elettrica, comandata dalla chiave di avviamento e dei dispositivi di protezione contro la sovra pressione in caso di incendio e di urto. La maggior parte dei costruttori ha studiato la possibilità di integrare i serbatoi (bombole) nel sottoscocca degli autoveicoli; questo accorgimento può essere adottato solo sui modelli di auto pensati per un'alimentazione a Metano già in fase di progettazione, infatti è praticamente impossibile adottare serbatoi di questo genere per vetture trasformate a Metano in after market. I serbatoi per il metano alloggiati sotto al pianale dell'auto garantiscono una maggiore autonomia e un maggior volume utile nel bagagliaio.


Consumi ridotti e vantaggi economici

Oltre ai vantaggi ambientali ed economici legati alla manutenzione l'uso delle auto a metano offre, già oggi, risparmi sul costo d'esercizio rispetto a tutti gli altri combustibili. Inoltre a partire dal 2007, con la parziale de fiscalizzazione, il vantaggio economico è molto più interessante. Per una corretta valutazione dei consumi delle auto con impianto a Metano bisogna considerare che la perdita di potenza rispetto alle auto normali a benzina è nell'ordine del 10% e che 1 kg di Metano equivale a 1,7 litri di benzina. Il coefficiente di percorrenza tra l'alimentazione a Metano e quella a benzina è pari a 0,3. Per quanto riguarda la tassa di proprietà è da segnalare il fatto che sono in vigore sconti per motori con potenze superiori ai 100kW e per i possessori di auto con serbatoio di benzina con capacità inferiore ai 15 litri.


Rifornimento di un'auto a Metano e la rete dei distributori in Italia

In confronto alle auto a benzina e diesel, il rifornimento di un'auto a Metano è pressochè uguale sia per il tempo di carica, sia per sicurezza ed affidabilità. Esso avviene attraverso la connessione della manichetta del distributore con la valvola di carico, posta generalmente nelle vicinanze del bocchettone della benzina. La rete dei distributori di Metano in Italia conta oggi oltre 750 impianti, localizzati per lo più nelle regioni del Nord Italia. Attualmente l'unica regione italiani in cui non sono presenti distributori di Metano è la Sardegna.


Revisione e costi di manutenzione delle auto a metano

I costi di manutenzione delle auto a Metano sono generalmente più bassi rispetto alle auto a gpl, benzina o diesel. Questo è dovuto alla quasi completa assenza di depositi nella camera di scoppio e all'assenza di condensazione di carburante a motore freddo.

Ciò si traduce in:

Per quanto riguarda la revisione periodica, le auto a Metano devono sottoporsi al controllo dopo i primi 4 anni dall'immatricolazione e successivamente ogni 2. I serbatoi di Metano devono essere revisionati ogni 4 anni.


Sicurezza delle auto a metano

L'uso di un'auto a Metano offre ampie garanzie di sicurezza, per molti aspetti maggiori, rispetto ad un'auto convenzionale (benzina e diesel). Infatti, poichè il Metano è più leggero dell'aria e le velocità di diffusione sono elevate, nel caso di remota probabilità di fuoriuscita accidentale, tende a disperdersi rapidamente verso l'alto, senza formare pericolosi accumuli. Per questa peculiarità, a differenza di altri gas, è consentito il parcheggio dei veicoli in garage sotterranei, in box privati e il trasporto per ferrovia o per mare.


Differenza tra auto a Metano Omologate e Trasformate

Questa è una delle questioni che va valutata molto bene prima dell'acquisto dell'auto, in quanto è determinante ai fini della garanzia e per accedere ai contributi governativi e agli incentivi statali (quando erogati). Un'auto a Metano è definita "omologata" quando l'impianto a gas viene installato direttamente dal costruttore e sulla documentazione viene riportata un'omologazione diversa dal corrispettivo modello a benzina. Questo è caso che riguarda la maggior parte dei modelli nuovi in vendita in Italia, auto che possono beneficiare dei massimi incentivi (quando erogati) il cui impianto a Metano è garantito dal costruttore. Un'auto a Metano è definita "trasformata" quando l'impianto a gas viene installato in after market, al momento dell'acquisto su richiesta del cliente o in un secondo momento nelle officine abilitate. I contributi statali per trasformate un'auto a benzina in una vettura bi-fuel a Metano sono minori rispetto al caso precedente e l'impianto a Metano è garantito dal costruttore e dall'installatore dell'impianto stesso, quindi non dal costruttore della vettura. Le auto a Metano "trasformate" mantengono comunque l'omologazione dell'auto originale a benzina.

Nel caso in cui non vengano erogati incentivi statali e a incentivare le vendite di auto nuove a Metano siano gli ecoincentivi e le promozioni erogate come sconti dalle case automobilistiche stesse, come nel caso di questi ultimi mesi, potrebbero non esserci differenze economiche al momento dell'acquisto tra auto a metano "omologate" e auto a Metano "trasformate". Tuttavia, siccome in molte regioni italiane (ad es. Piemonte, Lombardia, Valle d'Aosta ecc) sono attivi degli sgravi fiscali per le vetture a gas è sempre meglio informarsi bene in anticipo sulle condizioni alle quali questi vengono erogati. Elenco auto a Metano in vendita in Italia >>>


Auto monovolume a 5 e 7 posti, nuovi modelli