Aste giudiziare auto: come partecipare



Auto asta giudiziaria

L’acquisto dell’auto all’asta giudiziaria è un fenomeno in grande crescita. La convenienza e la semplicità con cui si può partecipare ad un’asta giudiziaria incentivano gli italiani a rivolgersi a questo settore per acquistare la propria auto. Negli ultimi anni si sta assistendo ad un vero e proprio boom degli acquisti di auto alle aste giudiziarie. Ed il motivo è chiaro: chi acquista un’auto partecipando ad un’asta giudiziaria riesce a spuntare prezzi molto più bassi rispetto a quelli praticati sul mercato.

Ogni giorno vengono messi all’asta giudiziaria numerosi veicoli. Tali mezzi provengono dalle vendite effettuate in seguito ad una procedura esecutiva dall’Istituto di Vendita Giudiziaria. Queste auto erano di proprietà di privati morosi oppure di società fallite assoggettate al pignoramento dei beni. Il fenomeno è in crescita esponenziale anche a causa della crisi economica e lavorativa che stanno vivendo molti italiani. Spesso diventa difficile riuscire a far fronte a tutti gli impegni finanziari ed economici che si sono assunti. Ed è per questo che le procedure esecutive e i pignoramenti delle auto sono sempre più in crescita.

Acquistare l’auto all’asta giudiziaria

Le aste giudiziarie delle auto possono essere effettuate secondo diverse modalità. Quella più comune è la vendita all’incanto che prevede una vera e propria gara di offerte tra i partecipanti. La vendita dell’auto all’asta può seguire anche le modalità della vendita senza incanto.

Comprare l’auto all’asta giudiziaria: la vendita con incanto
Tendenzialmente, le aste giudiziarie aventi ad oggetto la vendita di un’auto vengono esperite secondo le modalità della vendita con incanto. Tale vendita è disciplinata dagli articoli 576-590 c.p.c. e prevede la presenza di un banditore. Si aggiudica l’auto colui che effettua l’offerta più alta. L’aggiudicatario, con la sua offerta, si impegna all’acquisto dell’auto e non potrà più annullare la sua proposta. Qualora il vincitore dell’asta si rifiutasse di saldare l’importo da pagare per finalizzare la vendita, l’acconto versato all’atto dell’iscrizione all’asta giudiziaria, verrà automaticamente perso.

Comprare l’auto all’asta giudiziaria: la vendita senza incanto

La vendita senza incanto dell’auto ad un’asta giudiziaria è disciplinata dagli art. 570 – 575 c.p.c.. Per partecipare alla vendita senza incanto, l’offerente dovrà formalizzare la propria offerta spedendola tramite posta oppure consegnandola in busta chiusa. Tutti coloro che avranno presentato le loro offerte, saranno invitati a presenziare alla vendita che si terrà dinanzi ad un Giudice oppure ad un suo delegato. Il Giudice aprirà tutte le buste pervenute: il migliore offerente si aggiudicherà l’auto all’asta giudiziaria. Gli scenari, comunque, sono molteplici. Può accadere, ad esempio, che all’asta giudiziaria abbiano partecipato un solo offerente e, dunque, che si sia una sola offerta. In questo caso, per aggiudicarsi l’auto all’asta, l’importo indicato nella busta dovrà essere superiore di almeno il 20% del presso base fissato nel bando.

Comprare l’auto all’asta: la procedura

La procedura che culmina con l’asta giudiziaria per la vendita dell’auto ha inizio con un’ordinanza di vendita emessa dal Giudice e con il pubblico avviso dell’ordine di vendita effettuato dalla Cancelleria del Tribunale competente.
Il bando d’asta per la vendita dell’automobile deve indicare in maniera incontrovertibile le seguenti informazioni:

– l’origine del veicolo ed il motivo per il quale è stato posto all’asta;
– i dati del veicolo ovvero la data di immatricolazione, la cilindrata, i chilometri percorsi;
– il prezzo iniziale dell’asta;
– le informazioni relative all’asta come il giorno, l’ora, il tipo di asta, i beni messi all’asta, le condizioni e le modalità di partecipazione nonché l’eventuale caparra da versare per partecipare all’asta stessa.



Come partecipare ad un’asta giudiziaria per l’acquisto dell’auto

Coloro che vogliano partecipare ad un’asta giudiziaria per acquistare un veicolo, dovranno effettuare la richiesta tramite telefono, fax, internet o posta spedendo tutta la documentazione (munita di bollo) all’indirizzo indicato nel bando. Possono partecipare all’asta giudiziaria per l’acquisto di un’auto tutti i cittadini giuridicamente capaci che abbiano versato in Cancelleria un acconto con assegno circolare intestato al Giudice. Si può partecipare all’asta anche tramite mandatario, a patto che quest’ultimo sia minuto di procura speciale.

Aste giudiziarie auto: consigli utili per coloro che si accostano per la prima volta alla vendita

Partecipare ad un’asta giudiziaria per l’acquisto dell’auto è un’attività relativamente semplice che comunque coinvolge numerosi aspetti pratici e tecnici. E’ bene arrivare preparati alla vendita, muniti di tutte le informazioni di cui vi abbiamo appena parlato e ben consapevoli del limite massimo che ci si è posti per l’acquisto dell’auto. Solo in questo modo riuscirete ad acquistare l’automobile dei vostri sogni ad un prezzo davvero molto conveniente. Non è un mistero che coloro che acquistano un veicolo all’asta riescano a spuntare ottimi prezzi per portare a casa un’automobile di grossa cilindrata. Ma dopo aver comprato il veicolo dei vostri sogni, è importante effettuare tutta una serie di attività per regolarizzare l’acquisto.

E’ infatti necessario effettuare la regolarizzazione amministrativa della proprietà dell’auto al Pubblico Registro Automobilistico ACI. E’ importante inoltre aggiornare la carta di circolazione dell’auto alla Motorizzazione Civile.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Be Sociable, Share!