Contratto di noleggio: ecco come funziona

  • di
Consegna chiavi auto nuova in concessionaria

Con il passare degli anni sempre più persone decidono di non acquistare la macchina ma di puntare sulle cosiddette formule alternative all’acquisto, come ad esempio il noleggio a lungo termine. Quest’ultimo, infatti, si è rivelato essere una soluzione pratica e conveniente per pianificare la propria spesa mensile. In parole povere, si tratta di un particolare contratto che permette di utilizzare una vettura previo pagamento di canone mensile, per un periodo che va dai 12 ai 60 mesi. In questo modo, è possibile utilizzare la macchina per un discreto lasso di tempo senza alcun obbligo o facoltà di acquistarla, come invece accade quando si utilizzano altri strumenti, come ad esempio il contratto di leasing.

Il contratto di noleggio

Come già detto, il noleggio auto a lungo termine prevede la stipula di un vero e proprio contratto, tra la compagnia che mette a disposizione il veicolo e il privato (o il professionista), che stabilisce ogni dettaglio. In genere nel regolamento contrattuale vengono indicate tutti gli aspetti del noleggio nero su bianco, come ad esempio l’ammontare del canone, eventuale anticipo da versare (in genere non è obbligatorio, ma permette solo di pagare delle rate più basse), la durata del noleggio, i km e i servizi inclusi.

Un contratto di noleggio standard prevede l’assicurazione RC auto; le coperture aggiuntive come la polizza kasko, infortuni conducente e passeggeri, furto e incendio; la manutenzione; l’assistenza stradale h24 tutti i giorni, ecc. Eventualmente, però, è possibile aggiungere anche altri servizi come il cambio pneumatici a seconda della stagione. Per quanto concerne i km, invece, è possibile concordare con la compagnia di noleggio il piano più adeguato alle proprie esigenze: in caso di superamento dei km concordati, viene poi applicata una tariffa aggiuntiva. Ovviamente, con l’accordo di entrambe le parti, è possibile anche aggiungere ulteriori clausole confacenti ai propri interessi.

I requisiti per noleggiare una vettura

Fatte le debite premesse, chiarito il carattere contrattuale del noleggio a lungo termine, occorre ora capire quali sono i requisiti necessari per poter effettuare concretamente la stipula. In genere, possono noleggiare una vettura a lungo termine (lo stesso vale anche per il noleggio a breve termine in realtà) tutte le persone in possesso di una patente di guida in corso di validità (italiana oppure emessa da uno Stato dell’Unione Europea) oppure un permesso di guida internazionale o traduzione giurata della patente effettuata dall’ambasciata o dal consolato. Tale documento, deve essere presentato alla compagnia di noleggio unitamente ad un documento di identità, anch’esso valido, come la carta di identità oppure il passaporto. Per quanto riguarda l’età, le compagnie di noleggio solitamente impongono un limite minimo di 21 anni ed un limite massimo di 70 o 75 anni. Tuttavia, occorre precisare che questi requisiti possono cambiare a seconda della compagnia di noleggio. Questo significa che determinate compagnie di noleggio possono, nei limiti della legge, restringere o allargare i requisiti minimi. Vi sono, poi, ulteriori requisiti individuati dal codice della strada, che non permettono ai neopatentati di poter guidare determinati veicoli. Infine, bisogna essere titolati di un conto corrente, sul quale vengono addebitate le rate mensili.