ASSICURAZIONI AUTO RCA

Scopri come risparmiare sull'assicurazione e confronta gratis le migliori polizze auto


Come risparmiare sull'assicurazione RCA?
Richiedere preventivi online e confrontare le tariffe di compagnie diverse o telefoniche.

Risparmiare sulle Assicurazioni Auto RCA è possibile, basta non aver paura di cambiare la vecchia assicurazione e prima di ogni rinnovo informarsi bene sui prezzi praticati da altre compagnie assicurative; sfruttando le enormi possibilità di internet si possono fare innumerevoli Preventivi RCA On-line comodamente da casa propria, ad esempio usando i comparatori gratuito online.

Inoltre, non tutti sanno, per esempio, che chi usa poco l'automobile può risparmiare sulle assicurazioni auto RCA scegliendo le polizze assicurative a tempo, le polizze RCA a chilometraggio o le polizze RCA con la cosiddetta franchigia (che rimane sempre a carico dell'assicurato in caso di sinistro). Ovviamente prima di decidere è bene fare delle valutazioni oculate e leggere sempre bene le condizioni assicurative proposte dalla nuova compagnia, infatti a volte il risparmio è solo apparente. Altri modi per ridurre sensibilmente il premio RCA che si paga ogni anno all'assicurazione sono:

1) eliminare la clausola Furto ed Incendio quando l'auto ha superato i 7/8 anni o ha raggiunto un basso valore di mercato. Il risarcimento che si otterrebbe in caso di furto non vale la quota pagata ogni anno dall'assicurato.

2) inserire l'opzione Guida Esclusiva o Guida Esperta se l'auto è guidata solo da persone di età superiore ai 26 anni o solo dall'assicurato. Attenzione: verificare l'eventuale rivalsa della compagnia in caso di sinistro.

3) prendere in considerazioni le assicurazioni online e telefoniche.

E' consigliabile, invece, mantenere le clausole legate alla Tutela Legale, all'Assistenza Stradale e avere un massimale (valore massimo che la compagnia sarà in grado di assicurare) di almeno 3.000.000 euro.

Assicurazioni Auto: cosa dice il codice

La Responsabilità Civile Autoveicoli (o RCA, o RCAuto) è un complesso di norme e procedure, collegate all'esistenza di una polizza assicurativa obbligatoria per le auto e i veicoli a motore in circolazione nel territorio italiano, al fine di risarcire eventuali danni cagionati a terzi. È sancita dalla Legge N° 990 del 24 dicembre 1969, la quale recita all'articolo 1: I veicoli a motore senza guida di rotaie, compresi i filoveicoli e i rimorchi non possono essere posti in circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate se non siano coperti secondo le disposizioni della presente legge, dall'assicurazione per la responsabilità civile verso terzi prevista dell?art. 2054 del C.C. L'obbligatorietà della stipulazione decade quando il veicolo è stato sottoposto a demolizione o radiazione dal Pubblico Registro Automobilistico. Nei Paesi europei e negli Stati Uniti gli automobilisti sono obbligati a rinnovare annualmente la polizza di assicurazione ai veicoli.

Auto senza assicurazione: cosa si rischia?

In Italia quella delle auto senza assicurazione è una vera emergenza, si calcola che quasi tre milioni di veicoli circolano senza alcuna copertura assicurativa (più del 6% sul totale delle auto circolanti). La Polizia ha recentemente dato il via a una serie di controlli capillari, utilizzando telecamere istallate a bordo delle pattuglie, nelle aree ZTL e con autovelox. Gli automobilisti che viaggiano senza assicurazione RCA rischiano l'immediato sequestro dell'auto, che senza polizza assicurativa non può circalare, e una multa di 849 euro (come previsto dall'articolo del codice della strada 193, comma 2).

Assicurazioni Auto RCA: dal 1 Gennaio 2013 abolita la tolleranza di 15 giorni dopo la scadenza

A partire dal 1 Gennaio 2013, i contratti delle assicurazioni RCA per l'auto non verranno più rinnovati automaticamente dalle compagnie, per cui non sarà più considerata valida la tolleranza di 15 giorni dopo la scadenza della polizza RCA. Gli automobilisti che non provvederanno al rinnovo della polizza di assicurazione entro la data di scadenza, in caso di controllo da parte delle Forze dell'Ordine, potranno incorrere in una sanzione di 798 euro e nel sequestro immediato del veicolo.

Fin'ora quasi tutti i contratti di assicurazioni auto RCA proposti dalle agenzie di assicurazione (fanno quindi eccezione le assicurazioni online e le assicurazioni telefoniche) contenevano la clausola di tacito rinnovo della polizza alla data scadenza e l'assicurato, in mancanza di disdetta scritta, poteva beneficiare della copertura assicurativa per un periodo di tolleranza pari a 15 giorni senza aver pagato il premio corrispettivo.

La recente riforma dell'Articolo 22 del DL. 179 del 18.10.2012, che ha introdotto l'articolo 170-bis al D.lgs. 209/2005 (codice delle assicurazioni private), cambia questa regola e impedisce alle compagnie di assicurazioni di proporre contratti RCA con la clausola di tacito rinnovo. Pertanto dal 1 Gennaio 2013 l'assicurato non potrà più beneficiare della tolleranza di 15 giorni alla scadenza della polizza. La nuova norma interessa anche i contratti RCA in corso di validità alla data del 20 Ottobre 2012 per i quali sarà cura delle compagnie di assicurazione informare per iscritto i clienti della della perdita di efficacia della clausola con congruo anticipo rispetto alla scadenza del termine originariamente pattuito.

Consigli utili su cosa fare in caso di incidente

PRIMA REGOLA: NON FATEVI PRENDERE DAL PANICO E METTETEVI IN SICUREZZA.
Prima di scendere dall'auto guardatevi attorno e indossate il giubbottino catarinfrangente (obbligatorio per legge).
In caso di pericolo anche lieve (una curva, ridotta visibilità, ecc) bisogna per primissima cosa (anche prima di prestare soccorso ad eventuali feriti) far capire a chi sopraggiunge che la strada è occupata da un ostacolo. Ricordatevi di posizionare il triangolo si segnalazione almeno 100 metri prima dell'ostacolo. Tali operazioni vanno fatte sempre in completa sicurezza, quindi non mettetevi a correre in mezzo alla strada! Solo dopo aver scongiurato la possibilità di ulteriori coinvolgimenti è possibile valutare la gravità della situazione e prestare i primi soccorsi chiamando eventualmente il 118 o il 113 per segnalare l'accaduto e richiedere aiuto.

Nel caso di incidenti di lieve entità e senza feriti, se pensate di aver ragione mantenete la calma e per prima cosa memorizzate immediatamente la targa dell'auto o delle auto coinvolte (l'automobilista in torto potrebbe essere senza assicurazione, risalire in auto e andarsene). Successivamente si può passare alla compilazione, con estrema attenzione, del CID (documento fondamentale per dimostrare alla vostra assicurazione che avete ragione e velocizzare il risarcimento dei danni.) Mai avere fretta di spostare le macchine incidentate, una volta spostati i veicoli non sono più possibili i rilevamenti della polizia per cui dopo diventa più difficile dimostrare le proprie ragioni alla vostra compagnia di assicurazione. Se ne avete la possibilità, scattate delle foto con una macchina fotografica o con il vostro cellulare, avendo cura di inquadrare sia le targhe delle auto coinvolte nell'incidente, sia eventuali cartelli stradali. Nel caso sia difficile stabilire chi ha ragione e chi ha torto, di un automobilista privo di assicurazione RCA oppure se serve un aiuto per far transitare il traffico, evitate discussioni inutili e chiamate immediatamente il 113.

Per la corretta compilazione del CID sono necessari i seguenti dati e documenti:

1) Polizza di assicurazione: annotare la data di scadenza, il numero della polizza e il nome della compagnia di assicurazione.

2) Patente di Guida: annotare i dati anagrafici e quelli di residenza, controllare la validità, il numero e l'ente di emissione, nonchè l'idoneità a guidare il mezzo coinvolto nell'incidente. È consigliabile prendere nota anche dei numeri di telefono per eventuali contatti successivi.

3) Carta di circolazione: verificare che il mezzo possa circolare ed annotare il modello, la targa e l'intestatario del veicolo.

4) Elencare i danni visibili su entrambe le vetture; fare uno schizzo semplificato e chiaro della dinamica dell'incidente.

5) Segnare i nominativi e i recapiti di eventuali testimoni.

6) Segnare il comando di appartenenza delle autorità eventualmente intervenute.

7) Nel caso non siate in possesso del CID, oltre ad annotarvi tutti i dati soppraccitati, è consigliabile scrivere una breve dichiarazione controfirmata su chi si assume la responsabilità dell'incidente. Si scrive in un minuto, ha valore legale, ed evita i classici ripensamenti del giorno dopo.

Ricordatevi che avete pochi giorni a disposizione (in genere 3 ma dipende dal contratto stipulato) per avvisare la vostra compagnia di assicurazione e consegnare (o inviare in caso di assicurazioni online e telefoniche) tutta la documentazione necessaria.

Cars2_old_468x60
Cars2_old_728x90